Home » MotoGP Le Mans, volano le Yamaha, Honda ancora deboli e Ducati no coment

MotoGP Le Mans, volano le Yamaha, Honda ancora deboli e Ducati no coment

La gara francese MotoGP ha dipinto Lorenzo in linee perfette, Rossi sempre più nitido, Vinales e le Aprilia circondati di rosa, mentre Marquez e i due Andrea ducatisti guardando le stelline verdi.

di: RajaS

Dopo la quinta gara della stagione è chiara l’influenza dei nuovi pneumatici che permettono meno errori (finora ognuno dei fantastici quattro ha sbagliato almeno una volta) ma il pilota fa la sua differenza visto che anche l’elettronica è più precaria (basta guardare il distacco delle altre Honda da Marquez per esempio). Come da abitudine dopo ogni GP diamo quindi i voti

MotoGP Lorenzo lider
MotoGP Lorenzo leader

Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) merita più del massimo dei voti per come ha costruito passo dopo passo un weekend perfetto con tanto di pole che gli mancava qui, ma sopratutto per la perfetta gara in solitaria come piace a lui, primo dalla prima curva all’ultima senza macchia. Neanche la fortuna è mancata al maiorchino campione in carica che passa in vetta nella classifica iridata aiutato anche dall’errore di Marc. In una parola: DIAMANTE 

MotoGP Race
MotoGP Race nella foto rossi sorpassa Marquez

Valentino Rossi voto massimo perché ha sorpreso tutti in gara dove dopo la partenza disastrosa si è rifatto nella furibonda rimonta che lo ha portato fino alla seconda posizione meritatissima, dietro al compagno di squadra, e con tanto di giro veloce in tasca (1’33.293 registrato nel quarto giro). Considerando i risultati delle libere e qualifica, il Dottore è WOW.

Maverick Vinales (Team Suzuki ECSTAR) prende il voto otto anche se è stato “fortunato” (per le 3 cadute davanti) si è guadagnato con sudore il terzo gradino del podio sorpassando cinque avversari tra quali anche il teammate Aleix Espargarò. Futuro ancora incerto per il #25, ma presente ALLE STELLE.

Danilo Petrucci (OCTO Pramac Yakhnich) voto sette perché appena tornato in pista e con la mano destra ancora dolorante è passato in Q2 e in gara ha dato l’anima per mantenere la settima posizione, STOICO.

Aprilia Racing Team Gresini e i suoi piloti Alvaro Bautista e Stefan Bradl fanno un ulteriore passo in avanti e cominciano ad assaporare sempre di più la top ten conquistandosi un bel voto sei. In poche parole: STANNO ARRIVANDO

Marc Marquez (repsol Honda Team) e i due Andrea del Ducati Team (Iannone e Dovizioso) prendono il voto zero anche se Marc ha chiuso a punti rientrando, l’errore c’è comunque. In una parola questo terzetto è SFORTUNATO.

Le Michelin promosse perché stavolta da parte loro è andato tutto liscio e la famosa posteriore numero 47 è piaciuta assai. Per avere voti alti, la casa francese deve ancora lavorarci su, ma ha imbroccato la direzione giusta se non altro.

La MotoGP torna in pista tra due settimane per il Gran Premio d’Italia Tim che si correrà sul tracciato più bello e amato nel calendario.

foto: Alessandro Giberti