Home » Automobilisti nei guai, da adesso se guidi la notte rischi molto di più la multa I In tanti rischiano il salasso

Automobilisti nei guai, da adesso se guidi la notte rischi molto di più la multa I In tanti rischiano il salasso

Più controlli di notte e più sicurezza sulle strade funestate da troppi incidenti. Un pacchetto di proposte normative e regolamentari per riformare il Codice della strada sul tavolo del governo da gennaio.

Il Ministero delle infrastrutture e Trasporti annuncia un vertice ad hoc sull’efficientamento delle sicurezza stradale. Si terrà ai primi di gennaio e vedrà coinvolto il vicepremier e Mit, Matteo Salvini, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, il ministro dell’Istruzione e del merito Giuseppe Valditara, presente anche il Capo della Polizia Lamberto Giannini.

guidare-di-notte-tuttosuimotori.it
guidare-di-notte-tuttosuimotori.it

Sul tavolo tecnico saranno discussi eventuali inasprimenti delle sanzioni nei confronti di chi provoca incidenti stradali sotto l’effetto di alcol o droga e l’obbligatorietà di casco e targhe per i mezzi a mobilità elettrica per ridimensionare il “far west” attuale. In previsione anche la misura non più facoltativa, della dotazione per i conducenti, dei dispositivi di segnalazione catarifrangente.

Sul fronte della prevenzione mirata soprattutto alle nuove generazioni, si è concordato sulla necessità di coinvolgere maggiormente le scuole in attività di informazione, anche con la possibilità di attribuire crediti scolastici per attività di educazione civica e divulgazione del Codice della Strada.

Una decisione però sembra già assunta: l’incremento dei controlli, anche nelle fasce notturne, per garantire maggiore sicurezza sulle nostre strade. Negli ultimi tempi, infatti, si è registrato un incremento dell’incidentalità notturna (più 25% rispetto al 2021) che ha coinvolto una fascia di età inferiore alle medie registrate.

Più controlli di notte. Automobilisti a rischio multe

Con l’aumento dei controlli disposti nelle ore notturne è facile prevedere un’intensificarsi dei provvedimenti amministrativi per i contravventori. Le ore notturne in genere, sono quelle meno interessate dal traffico e generalmente tra le infrazioni più rilevate c’è l‘eccesso di velocità. Dal 2009, per contrastare le stragi del sabato sera, chi viene colto a guidare oltre i limiti di velocità tra le 22 e le 7 del mattino va incontro a una multa aumentata di un terzo.

eccesso-velocità-tuttosuimotori.it
eccesso-velocità-tuttosuimotori.it

Tra le infrazioni più frequenti nelle ore notturne ci sono: la guida in stato d’ebbrezza, la precedenza, la violazione della segnaletica, la distanza di sicurezza, i cambi di direzione o di corsia, la durata della guida per conducenti professionisti e i documenti di viaggio per trasporti professionali.

A maggior ragione, quindi, di notte è consigliabile essere particolarmente attenti una volta alla guida. Del resto tutto questo non è dettato dal fatto che, di notte, tutti quanti si trasformano in conducenti imprudenti, più semplicemente, di notte ci sono maggiori difficoltà alla guida.