Home » Multe stradali, anche se fa freddo non puoi farlo: l’aria calda in auto può costarti davvero cara | Ecco in quale caso

Multe stradali, anche se fa freddo non puoi farlo: l’aria calda in auto può costarti davvero cara | Ecco in quale caso

Alla fine tutti quanti lo facciamo, ovvero mettiamo in moto l’auto qualche minuto con l’aria calda o fredda, dai non mentiamo, tutti lo abbiamo fatto più di una volta. Eppure sai che in questi casi si potrebbe violare il codice della strada? Quest’ultimo prevede infatti che parcheggiare l’automobile con il clima in funzione sia con in funzione aria calda o aria fredda, può far scattare una multa e anche piuttosto salata.

La legge italiana ha infatti realizzato sanzioni importanti per chi non rispetta la cosiddetta regola della sosta con motore acceso. Questa legge risale al 2007 con il Governo Prodi che aveva anche aggiunto una multa per una ragione precisa: ridurre il più possibile le emissioni di gas di scarico e ridurre l’inquinamento ambientale.

Riscaldamento freddo auto - tuttosuimotori.it
Riscaldamento freddo auto – tuttosuimotori.it

La legge Prodi si applicava nelle situazioni di sosta ma non di fermata dell’auto, una differenza importante che spesso viene trascurata. Il codice della strada riporta che la sosta è una sospensione temporanea che prevede la possibilità che il conducente si allontani dal veicolo. Basta lasciare l’auto con un passeggero all’interno, il motore acceso e il riscaldamento attivo, in questo caso si può incorrere in una multa salata.

La fermata invece è una sospensione temporanea che consente all’automobilista di allontanarsi per un arco temporale di breve durata, ad esempio per attendere una persona.

Fino al 2007, in questo specifica caso non era prevista una multa se si teneva il veicolo fermo con il climatizzatore e il motore acceso. A partire dal 2010 però la legge introdotta nell’anno 2007 ha subito una modifica divenendo più limitante e fuorviante.

Basta una breve fermata per pagare 444 euro

L’obiettivo del legislatore risulta essere sempre lo stesso: limitare il più possibile l’inquinamento. Ed ecco che anche nel caso di fermata breve, chi tiene il motore acceso per un attimo al fine di trovare riscaldamento e tepore può incappare in una multa che può arrivare fino ad un massimo di 444 euro.

Riscaldamento in auto - tuttosuimotori.it
Riscaldamento in auto – tuttosuimotori.it

Risulta chiaro che tenere l’aria condizionata accesa, sia nel caso di sosta che di fermata, può portare ad una violazione del codice della strada con una sanzione molto salata. Attenzione quindi a non violare il regolamento: potrebbe essere attaccato il tuo portafoglio.

Come sappiamo bene, la legge non ammette ignoranza. Adesso anche tu conosci questi emendamenti che possono non soltanto aiutarti a salvare il pianeta riducendo l’inquinamento ambientale ma anche a farti risparmiare un bel po’ di soldi.