Home » Rinnovo patente, una leggerezza ti può costare la galera I Controlla subito se sei in regola

Rinnovo patente, una leggerezza ti può costare la galera I Controlla subito se sei in regola

Esistono alcune malattie invalidanti che possono compromettere il rinnovo della patente. Dichiarare il falso sul proprio stato di salute, configura il reato penale di falso in un atto pubblico, punito fino a due anni di reclusione

Secondo le normative vigenti, per il conseguimento, il duplicato o il rinnovo della patente, l’automobilista è tenuto a fare una visita presso un medico ASL abilitato, il quale dovrà verificare l’idoneità psicofisica del richiedente. In seguito il certificato viene trasmesso in formato elettronico, al ministero dei Trasporti che rilascia una ricevuta all’interessato.

rinnovo-patente-visita-medica-tuttosuimotori.it
rinnovo-patente-visita-medica-tuttosuimotori.it

In condizioni normali, la durata della patente è di dieci anni fino ai 50 anni, cinque anni fino ai 70 anni, tre fino agli 80 anni e ogni due anni oltre gli 80 anni. In caso di dichiarazione di invalidità, a stabilire i requisiti psicofisici per la guida è una Commissione medica locale.

Nel caso in cui la Commissione ritenesse che la patologia è stabile e senza possibilità di peggioramento, i successivi rinnovi non richiederebbero questo tipo di visita medica.

Bisogna ricordare che, in base a quanto stabilito dal Codice penale che “chiunque attesta falsamente al pubblico ufficiale, in un atto pubblico, fatti dei quali l’atto è destinato a provare la verità, è punito fino a due anni di reclusione“.

Patologie invalidanti

Secondo la legge sono ritenute invalidanti tutte le patologie che compromettono il normale stato psicofisico del guidatore. In particolare le patologie vascolari periferiche, specialmente in caso di aneurisma dell’aorta; le malattie che richiedano l’impianto di defibrillatore cardiovascolare; L’insufficienza cardiaca di classe III e IV NYHA;

patente-patologie-invalidanti-tuttosuimotori.it
patente-patologie-invalidanti-tuttosuimotori.it

E ancora, la valvulopatia di classe III e IV NYHA o con frazione di eiezione al di sotto del 35%, stenosi mitralica e ipertensione polmonare severa o stenosi aortica in grado di causare una sincope; La valvulopatia con insufficienza o stenosi aortica, insufficienza o stenosi mitralica corrispondente alla IV classe NYHA o con sincopi; Le cardiomiopatie strutturali ed elettriche o in presenza di ventricolo sinistro con spessore di parete, tachicardia ventricolare non sostenuta, precedenti di morte improvvisa in famiglia, assenza di aumento della pressione arteriosa dopo attività fisica. La sindrome di Brugada con sincope o morte cardiaca improvvisa abortita e la sindrome del QT lungo con sincope.

La Commissione può, invece, negare o ridurre la validità della patente al rinnovo in caso di diabete mellito con ipoglicemie gravi e frequenti; Particolari situazioni cardiache come aritmia, pacemaker, sincope, ictus, trapianto di cuore; Determinate patologie neurologiche oppure per la sindrome delle apnee ostruttive del sonno.