Home » Segnali stradali, non tutti lo sanno: alcuni sono più importanti e devi ignorare gli altri vicini I Ecco come non sbagliarsi mai

Segnali stradali, non tutti lo sanno: alcuni sono più importanti e devi ignorare gli altri vicini I Ecco come non sbagliarsi mai

Durante la guida può capitare di incontrare sulla strada alcuni segnali le cui indicazioni si contraddicono. Accade perché non sempre i segnali stradali sono immediatamente comprensibili. Facciamo un po’ di chiarezza.

Sovente, soprattutto nelle città, i cartelli stradali sono soggetti ad aggiornamento. Può capitare infatti che per diverse esigenze vengano spostati o modificati anche provvisoriamente. Talvolta anche gli automobilisti più preparati, si trovano davanti al dubbio, di non sapere cioè quale sia il giusto comportamento da adottare.

segnali-stradali-in-conflitto-tuttosuimotori.it
segnali-stradali-in-conflitto-tuttosuimotori.it

Un rapido ripasso da scuola guida, consente di ricordare che su una strada abbiamo diverse forme di segnaletica: in particolare due maxi categorie, una orizzontale (tutto ciò che si trova per terra sul manto stradale) e una verticale (che concerne tutti i segnali stradali che, per intenderci, si trovano su un palo)

Nel caso in cui ci trovassimo davanti ad una scomoda impasse con dei segnali verticali ed orizzontali che entrano in diretto conflitto tra di loro può venirci in soccorso il Codice della Strada che prevede questo problema e ci da una soluzione: nell’articolo 38 infatti viene espressamente indicato di seguire la segnaletica verticale che prevale su quella orizzontale in tutti i casi.

Per capire meglio, proponiamo qui un esempio su tutti. Se a terra ci sono delle strisce bianche ma il comune ha recentemente montato un cartello che indica il divieto di sosta nell’area, non potete parcheggiare.

Categoria di segnali “dominanti”

Il Codice della Strada richiede espressamente che il guidatore sappia distinguere rapidamente le indicazioni scritte su un cartello o un segnale, di qualsiasi tipo esso sia. Questo principio vale anche nel caso in cui un segnale verticale venga modificato da un documento ufficiale della polizia e sia in conflitto con l’ordinaria disposizione della segnaletica stradale.

segnaletica-orizzontale-e-verticale-tuttosuimotori.it
segnaletica-orizzontale-e-verticale-tuttosuimotori.it

Infatti, una categoria di segnali che di norma supera la segnaletica orizzontale o verticale e domina in ogni caso, è quella affissa dalla Polizia Municipale. Ad esempio, per disposizione comunale, i vigili potrebbero decidere di interdire un’area al transito delle auto in via temporanea.

Ad esempio in prossimità di uno stadio solitamente poco prima di una partita, i vigili urbani appongono cartelli con cui si vieta il parcheggio in una determinata area con indicazioni riguardo orario e durata dell’evento. In questo caso la segnaletica ordinaria, orizzontale o verticale che sia, viene “sospesa” e si deve rispettare la disposizione vigente ordinata dagli organi di polizia. La disposizione temporanea della segnaletica, dovuta a motivi di ordine pubblico, impone quindi di fare riferimento a quella.